JEBS_evento_formazione

Ecco come JEBS Consulting ha spiegato alle Junior il mondo del Marketing&Digital

Benevento, 16 e 17 marzo. Le due date hanno visto alternarsi sul palco gli speaker, i quali hanno approfondito temi legati al cambiamento che il mondo del business sta vivendo, con un focus particolare sul marketing e sulle innovazioni portate dal digitale. A fare da cornice dell’evento, l’Aula Blu del Palazzo del Rettorato dell’Università degli Studi del Sannio e la Sala Conferenze del Museo del Sannio, location, quest’ultima, particolarmente suggestiva  e annessa ai locali della Basilica di Santa Sofia, patrimonio dell’UNESCO. Hanno aperto il tutto gli interventi del Direttore del DEMM, il saluto di Confindustria Benevento e, infine, le parole di Giuseppe Licciardi e Generoso Branca di JEBS Consulting.

Problem Solving

Il primo speaker è stato Giovanni Caturano, CEO di Spin Vector e Vicepresidente Piccola Industria Confindustria Benevento, il quale ha portato al pubblico tutta la sua conoscenza riguardo al problem solving. In particolare, la sua presentazione è stata incentrata sul capovolgimento del paradigma del problem solving: i giochi hanno un forte potenziale di apprendimento, poiché eliminano insicurezze nell’azione dell’uomo. Tuttavia, nella progettazione di un gioco, compito di chi progetta è creare i problemi che i giocatori dovranno risolvere. Tramite la realtà aumentata sarà possibile mutuare dai videogames tale approccio, con tutti i benefici derivati. Così, un medico potrà effettuare una prova dell’operazione che dovrà fare al paziente, riducendo i rischi di possibili insuccessi. Dopo aver entusiasmato i partecipanti ha commentato: “La differenza tra realtà aumentata, realtà virtuale e realtà mista è sempre più confusa perché non si tratta di una tecnologia specifica, ma di un nuovo paradigma al confine tra materiale e digitale. Apparentemente esiste una barriera costituita da dispositivi ancora scomodi o costosi, ma l’evoluzione tecnologica può stupirci come ha fatto con la miniaturizzazione dei telefoni cellulari e la diffusione della connettività”.

Lavorare con creatività

Marica Rinaldi, Communication Designer e Creative Director, membro dell’Art Directors Club Italiano, ha tenuto un workshop dal titolo Manuale di sopravvivenza per Account. Durante l’incontro, la relatrice ha permesso ai presenti di conoscere cosa accade all’interno di un’agenzia pubblicitaria, come è strutturato il lavoro delle menti dietro l’advertising e, in definitiva, come collaborare con un creativo. Questo il suo pensiero: “L’arte non ha limiti, la creatività ne ha bisogno per funzionare. Quando si parla con un creativo non potete dire fai quello che ti pare, vi sommergerà con una marea di idee, nessuna delle quali andrà bene, e la colpa sarà solo vostra!”

Il contributo di JADE Italia

Raffaele Armellino, alumno di JEToP, ha parlato di Web Design, regalando preziosi consigli a tutti i presenti: “Nel Web Design non esistono trucchi, ma solo poche regole da rispettare. L’importante è ricordarsi che il lavoro di un graphic designer non termina con la consegna del prodotto, ma è un processo di costante perfezionamento e aggiornamento”.

A concludere gli interventi è Simone Lanzafame, trainer di JADE Italia, che illustra come le grandi imprese della Silicon Valley siano arrivate al successo grazie al Growth Hacking, pratica di marketing di cui si sente molto parlare e tanto indicata per le startup. “Partecipare ad eventi di formazione è il giusto stimolo per imparare tecniche e avere spunti sul mondo lavorativo. Durante questo evento abbiamo esplorato le peculiarità del mercato digitale e come queste possono essere utilizzate per incrementare l’efficacia del proprio business. Inoltre, prendere parte a questo tipo di manifestazioni significa usufruire appieno delle potenzialità delle Junior Enterprise“, precisa lo speaker.

L’evento è risultato particolarmente interessante, visto che ha trattato argomenti estremamente attuali. Il Presidente di JEBS esprime soddisfazione per quanto realizzato insieme al suo team: “È stato un enorme piacere ospitare un evento di formazione qui a Benevento. Non capita tutti i giorni di poter parlare di digitale in location suggestive come quella del Museo del Sannio o del Palazzo del Rettorato. Desidero ringraziare tutti i ragazzi di JEBS, il team responsabile dell’organizzazione e JADE Italia per la sua presenza e il suo sostegno”.


Alessio_Colella_Profile_Picture

Alessio Colella, classe 1994.
Studente di Ingegneria Gestionale e giornalista pubblicista, ho lavorato per JEToP.
Amo raccontare tutto ciò che mi circonda.