Design for Dummies

Mercoledì 29 maggio, presso l’Auditorium del Politecnico di Milano, si è tenuta la tanto attesa seconda edizione di Design for Dummies.

L’evento, organizzato da JEMP con la collaborazione del Politecnico di Milano, ha lo scopo di avvicinare il mondo del design a quello dell’ingegneria, valorizzando l’importanza strategica che questo ricopre nella quasi totalità dei contesti aziendali. JEMP, tramite l’organizzazione di questo evento, si rende promotrice in prima persona di questo valore, che rappresenta anche una chiave del successo della Junior Enterprise del Politecnico di Milano: l’eterogeneità e la doppia natura dei soci, designers ed ingegneri, permette infatti a JEMP di distinguersi nel panorama delle Junior Enterprises e di offrire servizi tra loro complementari mantenendo elevata la qualità.

L’incontro è stato articolato in quattro interventi, tenuti da professionisti del settore e da docenti universitari: ognuno di questi ha proposto al pubblico una diversa sfaccettatura della materia, col fine di fornire interessanti spunti agli ospiti e di stimolare la loro curiosità verso temi che non vengono affrontati spesso nella quotidianità, ma nonostante questo ci circondano e influenzano.

Ad aprire l’incontro, dopo un’introduzione del PM dell’evento Massimiliano Manenti, è Davide Genco, consulente che professionalmente collabora con numerose agenzie di design, startup e istituzioni: questo ha trattato il tema del valore della User Experience nello sviluppo del prodotto, partendo dalla sua esperienza personale e dalle sue attività di ricerca in ambito universitario.

A seguito, l’intervento di Massimiliano Mauro, independent Designer e Art Director: forte della sua esperienza Wired ha illustrato il tema del Data Visualization, accompagnando il pubblico attraverso un percorso visivo fatto di esempi, forme e colori.

Di stampo più accademico, ma non per questo meno coinvolgente, Mario Bisson: Associate Professor del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e direttore scientifico del Laboratorio Colore, ha affrontato la tematica del colore e della percezione di questo, cercando di enfatizzarne l’importanza e lasciando alcuni consigli su come effettuare un’efficace selezione.

In chiusura i toni si sono un po’ sciolti con “Mamma dove hai messo il design”: il trio di Caffè Design ha infatti confrontato la metodologia di ogni designer con una ricetta per fare la famosa parmigiana della propria mamma o nonna. Attraverso l’accostamento del qb factor con il senso critico e la passione con tutto il resto, hanno di fatto convinto il pubblico che le differenze tra le due pratiche non fossero così marcate.

L’evento, che ha riscosso notevole successo, è stato rivolto agli studenti universitari del Politecnico di Milano: incuriositi dalle tematiche provenienti dal mondo del design, sono in tanti gli ingegneri interessati a ricevere delle brevi ma efficaci nozioni di base da utilizzare nel quotidiano.

L’obbiettivo principale dell’evento è stata la sensibilizzazione degli studenti verso alcune tematiche provenienti dall’ambito del Design, oggi sempre più influente e richiesto nel mondo del lavoro.

Anche quest’anno, l’elevata partecipazione all’evento sottolinea il reale interessamento degli studenti alle tematiche presentate e l’apprezzamento per l’impegno messo in campo dalla Junior Enterprise del Politecnico di Milano.

Imprenditorialità, learning by doing e curiosità professionale sono i capisaldi dell’attività quotidiana di JEMP. Anno dopo anno, infatti, forma e ispira i propri associati sulla base di questi valori, per poter fornire ai propri clienti, servizi di consulenza (e non solo) professionali e di qualità.

In caso foste interessati, la diretta si trova sulla pagina Facebook “JEMP”!

Per maggiori informazioni seguite l’attività di JEMP su www.JEMP.it o sui canali social dedicati (Instagram, Facebook, LinkedIn): qui troverete anche alcune immagini dell’evento.